Comunicazioni sulle attività a Nervesa della Battaglia

Apennine Energy Spa informa che lo scorso 14 luglio, il ministero dello sviluppo economico ha conferito alla società la concessione denominata Casa Tonetto, per la messa in produzione del pozzo Sant’Andrea 1d, perforato nel 2013 in località Foscarini nel territorio del comune di Nervesa della Battaglia.

Entro la fine dell’anno il pozzo produrrà gas metano grazie ad un impianto innovativo ad emissione zero, che garantirà un impatto ambientale minimo. La stessa tecnologia è già adottata con successo dall’anno scorso in regione Marche, sempre per un pozzo di gas metano operato dalla società. L’impianto sarà allacciato alla limitrofa rete di distribuzione Snam Rete Gas.

Apennine Energy Spa informa inoltre che il pozzo denominato Cascina Daga 1d, ubicato in località Busco, sempre nel territorio di Nervesa della Battaglia, non ha dato i risultati attesi. I quantitativi di metano prodotti durante le prove di erogabilità sono stati inferiori al limite di commerciabilità.

Apennine Energy Spa ha quindi proceduto a quello che tecnicamente si chiama “abbandono del pozzo”, a seguito dell’accoglimento da parte del competente ufficio di polizia mineraria di Bologna della relativa istanza. Lo stesso ufficio ha inoltre ha concesso alla società 4 mesi per valutare ulteriormente i dati fin qui ottenuti, allo scopo di comprendere risultati diversi da quelli aspettati e a valutare il potenziale residuo.

Il management della società ha così commentato: “L’ottenimento della concessione di Casa Tonetto è un risultato di grande importanza per noi, premia l’impegno della società e la fiducia che abbiamo ricevuto dal territorio. Dimostra inoltre la correttezza del nostro approccio, improntato ad apertura, dialogo, trasparenza e massima disponibilità nei confronti dei territori e delle comunità locali”.