Nervesa della Battaglia, al via la produzione di gas

Avviata lo scorso 4 Febbraio la produzione di gas relativa al pozzo Sant’Andrea 1 nell’ambito della Concessione denominata Casa Tonetto, in località Foscarini, nel territorio del Comune di Nervesa della Battaglia.

La fase di avvio ha l’obiettivo di raggiungere una portata di picco pari a 50.000 Sm3 (standard metri cubi) giorno, così come riportato nei documenti di conferimento della Concessione da parte del Ministero dello Sviluppo economico. Si prevede una durata della produzione da 9 a circa 12 anni.

Apennine Energy dichiara tramite il suo amministratore delegato, Leonardo Spicci, che l’inizio della produzione è “motivo di orgoglio e di grande soddisfazione per l’azienda, un riconoscimento di un lavoro non sempre facile a causa delle complicazioni e difficoltà burocratiche tipiche del nostro Paese, che abbiamo incontrato nel corso di questi anni. Abbiamo voluto convintamente fronteggiare e risolvere questi ostacoli con un metodo ed un approccio nuovo: un continuo dialogo con le comunità locali e le amministrazioni territoriali, facendo sì che il progetto realizzato fosse condiviso con i cittadini in fase di progettazione e, cosa più importante, in fase di realizzazione degli impianti. Infatti, ci siamo ispirati ad una filosofia, che possiamo definire di ‘cantiere aperto’, invitando sia gli studenti che i rappresentanti delle istituzioni locali e gli esponenti del mondo dell’associazionismo a visitare le installazioni. Il modo migliore per confutare con i fatti che le nostre attività di estrazione di gas metano non sono il ‘mostro’ che spesso alcuni disinformati descrivono.

Inoltre, siamo stati sempre preparati nel gestire i continui cambiamenti legislativi che caratterizzano il settore degli idrocarburi da qualche anno a questa parte. Siamo orgogliosi comunque di poter far sì che il gas presente nel sottosuolo di Nervesa sia immesso nella rete nazionale, contribuendo così a valorizzare una risorsa made in Italy a vantaggio dei consumatori italiani”.

Il pozzo Sant’Andrea 1 è stato perforato con successo nel 2013. L’impianto di produzione è allacciato alla rete di distribuzione limitrofa di Snam Rete Gas. Il pozzo produrrà gas metano grazie ad un impianto innovativo ad emissione zero, che garantirà un impatto ambientale minimo. La stessa tecnologia è già adottata con successo nel nostro campo di Casa Tiberi, nelle Marche.

Si ricorda che il 31 luglio scorso l’azienda ha firmato una convenzione con il Comune di Nervesa della Battaglia che prevede in particolare di finanziare “la progettazione e la realizzazione di interventi di risparmio energetico per gli edifici pubblici e di approvvigionamento energetico da fonte rinnovabile”.

Il contributo, previsto dalla convenzione, ammonta a 270.000,00 euro e sarà erogato, nel corso dell’anno, a favore di interventi previsti nell’ambito della costruzione della nuova sede della Scuola Secondaria di primo grado, il cui progetto è stato approvato con una delibera della Giunta Comunale in data 20 luglio 2015. Il contributo andrà a coprire, in particolare, gli interventi di isolamento a cappotto, di serramenti esterni e di corpi meccanici (impianto ricambio e distribuzione di aria; impianto termico con pannelli radianti; centrale termica).